Home » Le Campagne di Crowdfunding

Le Campagne di Crowdfunding

UN PIANOFORTE PER LAMPEDUSA - Campagna di Crowd Funding

UN PIANOFORTE PER LAMPEDUSA - Campagna di Crowd Funding - AssoLipadusa

VERSO L’ISOLA CHE SUONA:

UN PIANOFORTE PER LAMPEDUSA

 

Per sentire l'esigenza di qualcosa, è prima di tutto necessario che di questo “qualcosa” si senta la mancanza.

 

A Lampedusa, ad esempio, manca non solo un teatro, ma anche semplicemente unpianoforte su cui poter fare un concerto.

Un pianoforte è importante, perché è uno strumento che produce emozioni, e con le emozioni si possono cambiare le cose.

 

Aiutaci con una donazione, ad acquistare UN PIANOFORTE PER LAMPEDUSA. Costa meno di un teatro, ma – attraverso l’attività ad esso connessa – farà sentire il bisogno di dotare l’isola più famosa d’Italia di quelle strutture che al momento le mancano.

 

Aiutaci a regalare ai bambini di Lampedusa un'emozione che duri tutta la vita.

Aiutaci con una donazione perl’acquisto diUN PIANOFORTE PER LAMPEDUSA.

 

Fai la tua donazione sulla piattaforma: www.ideaginger.it - Campagna "Un pianoforte per Lampedusa".

 

La Lipadusa Band per Amatrice

La Lipadusa Band per Amatrice - AssoLipadusa

A seguito del terremoto nel centro Italia nel mese di agosto 2016, l’Associazione Musicale Lipadusa ha sposato l’iniziativa sostenuta e promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e realizzato da Associazione I-Jazz, unitamente a MIDJ Musicisti italiani di Jazz e Casa del Jazz - “Il Jazz Italiano per Amatrice e per e per gli altri territori colpiti dal sisma”.

 Una grande maratona di solidarietà che ha visto coinvolte molte città in Italia, tra cui: L’Aquila, Roma, Milano, Torino, Napoli, Novara, Parma, Catania, Courmayeur, Pisa, Cantalupo in Sabina (RI), Barga, Empoli, Fano, Lecce, Nuoro e S. Anna Arresi, Ancona, Firenze e  Lampedusa -  

Una grande giornata di solidarietà musicale che ha visto coinvolti molti artisti che si sono esibiti a titolo gratuito e dove per il pubblico era previsto un contributo spontaneo di solidarietà attraverso la campagna di Crowd funding Eppela: "Un Teatro per Amatrice".

Nella serata musicale di Lampedusa, si sono racoclte

Inaugurazione Pianoforte

Inaugurazione Pianoforte - AssoLipadusa

UN PIANOFORTE PER LAMPEDUSA: campagna di crowdfunding realizzata dall’Associazione Culturale Musicale Lipadusa

 di Maria Veronica Policardi

A Lampedusa, nonostante la crescita economica e culturale degli ultimi anni, mancano ancora diverse strutture fondamentali per migliorare la qualità della vita di chi vi abita, soprattutto di chi nutre delle grandi passioni, come un cinema, un teatro o una sala pubblica dove condividere l'ascolto della musica. Tra le tante cose, mancava anche semplicemente un pianoforte su cui poter fare un concerto.

“Con l'amico Paolo Marzocchi - afferma Gaetano Palmeri, portavoce dell’Associazione Culturale Musicale Lipadusa, promotrice dell’iniziativa -  abbiamo pensato di fare qualcosa perché l’isola potesse ancora crescere culturalmente e musicalmente. Dopo un’attenta analisi e un po’ di ricerche in rete abbiamo deciso di affidarci a una campagna di crowdfunding, con un obiettivo molto preciso e concreto: dotare Lampedusa di un pianoforte da concerto”.

Perché proprio un pianoforte? “Un pianoforte - secondo il compositore Paolo Marzocchi - sicuramente non è un genere di prima necessità ma è un qualcosa che viene subito dopo, perché rappresenta una prima necessità per lo spirito, come tutta l’arte in generale”. Un oggetto dunque apparentemente poco utile ma fondamentale. Dal 2014, infatti, grazie ai nuovi corsi di musica attivati dall’Associazione e anche a seguito di un progetto a carattere sociale e musicale voluto dal Miur, “Le nuove vie dei Canti”, coordinato da Guido Barbieri e da Paolo Marzocchi, Lampedusa sembra vivere una nuova era musicale, una primavera della musica che ha portato molti bambini e ragazzi a sentire il bisogno di accostarsi all’arte dei suoni, tanto che la scuola ha inserito recentemente un indirizzo musicale nella propria offerta formativa.

L’obiettivo dell’Associazione è quello di proporsi come luogo d’incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, con particolare riferimento al mondo giovanile e numerose sono le iniziative svolte nell’interesse di tutta la  comunità locale: dalla realizzazione di eventi, concerti e rappresentazioni teatrali alla gestione di un cineforum per bambini oltre a corsi di formazione musicale e attività a sostegno di giovani e adulti con bisogni speciali. La Lipadusa, unica associazione musicale dell’isola di Lampedusa, vanta una banda con circa 40 elementi in organico e da diversi anni sta investendo molto in risorse sulla promozione della musica sul territorio, consapevole che l’importanza di suonare uno strumento fin da piccoli, influisca molto sulla loro crescita. I bambini dell’isola non hanno mai potuto sperimentare cosa significhi suonare uno strumento vero, tutte le lezioni di pianoforte si svolgevano su tastiere digitali. La mancanza di un pianoforte impediva anche lo svolgimento di concerti. Era necessario fare qualcosa, e in fretta. Per questo motivo ha preso il via la campagna di crowdfunding Un Pianoforte per Lampedusa, per dotare di un pianoforte da concerto l’isola simbolo in tutto il mondo di Accoglienza e di Bellezza, e questo sogno si è concretizzato solo attraverso i contributi dei donatori. “Credo sia stato questo il motivo per cui era importante donare - ricorda Gaetano Palmeri - ed è per questo che abbiamo avuto il sostegno e l’incoraggiamento non solo del Comune di Lampedusa e Linosa, ma di tantissimi artisti e personalità del mondo della musica e dell’arte che hanno annunciato di voler contribuire al progetto già prima di partire”. E’ quindi per questo motivo che, dopo anche l’appello lanciato dall’ex sindaco Giusy Nicolini, soprattutto tanti artisti come Raphael Gualazzi, Paolo Bordogna, Maurizio Baglini, Paolo Fresu, Pasquale Innarella, Stefano Bollani, Guido Barbieri, Nicola Piovani, Tiziana Rivale, Danusha Waskiewicz, Claudio Amendola, Massimo Ciavarro e non per ultima Agnese Franchini, che ha realizzato l’immagine associata alla campagna di crowdfunding e il nuovo logo dell’Associazione Lipadusa, hanno deciso di aderire all’iniziativa diventando dei testimonial.

La campagna aveva una durata di 90 giorni e si è conclusa alla fine di febbraio 2017. L’obiettivo dell’Associazione Lipadusa era di raggiungere almeno 20.000 euro per acquistare un pianoforte YAMAHA C6X, che - grazie alla sensibilità della Yamaha Europe Piano Division – è stato fornito al prezzo di fabbrica. Per i donatori, secondo il contributo, sono state previste delle “ricompense” simboliche ma anche reali: dai nomi nel Pannello dei Sostenitori ai nomi dipinti a mano all’interno del coperchio del pianoforte, dai manufatti dell’artista lampedusano Francesco Tuccio all’autografo di Paolo Marzocchi sulla partitura di “Fuocoammare”, che lo stesso ha composto per la Lipadusa Band.

Grazie a tutti i donatori si è reso possibile questo piccolo ma significativo traguardo. Il pianoforte è una realtà, è a Lampedusa e da subito ha cominciato a svolgere la sua funzione, quella di creare emozioni. “Nonostante avessimo già superato la cifra - continua il portavoce dell’Associazione - abbiamo deciso di provare ad andare oltre, di tenere aperta la campagna per raggiungere un obiettivo più ambizioso e più delicato: aiutare l’associazione ad attrezzare una vera scuola di musica”. Le risorse in più serviranno, infatti, a invitare sull’isola insegnanti e maestri, ad acquistare altri strumenti musicali e attrezzature necessarie alle varie attività dell’associazione: “Ora che c'è un pianoforte, facciamo la scuola di musica”.

La campagna di crowdfunding “Un pianoforte per Lampedusa” ha visto soprattutto il grosso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e del Miur che si sono uniti agli oltre 140 donatori per rendere possibile l’avvio, nel prossimo futuro, di una stagione di concerti, con esibizioni di grandi artisti e di giovani musicisti dell’isola siciliana.

Un pianoforte è un oggetto pregiato e deve essere posizionato in un luogo che lo valorizzi per esprimere al meglio la sua funzione di "fabbrica di emozioni".

Gli ideatori dell’iniziativa sono sicuri che queste emozioni possano servire a migliorare la qualità della vita di chi abita in uno dei luoghi simbolo della contemporaneità, ma che ha anche bisogno di quelle cose normali che chi abita al di fuori è abituato a dare per scontate. C’è già in cantiere una stagione di concerti, da tenersi soprattutto nel periodo invernale, quando la condizione di "isola" si fa sentire in modo più forte. E sono certi che l’attività che si svilupperà intorno allo strumento farà sentire la necessità di quelle strutture di cui al momento l’isola è carente, come ad esempio uno spazio per attività teatrali e performative. Per un breve periodo, infatti, il pianoforte dell’Associazione Lipadusa è stato ospitato presso la sede dell’Area Marina Protetta Isole Pelagie, per dare la possibilità ai bambini di esercitarsi durante i corsi di solfeggio e strumento, ora si spera di trovare una sistemazione più idonea e sicura e soprattutto una nuova sede, di cui attualmente l’Associazione è sprovvista, per la scuola di musica e le altre attività e progetti in cantiere.

Obiettivo raggiunto, dunque, ma proprio per la serie di idee e iniziative che si stanno sviluppando intorno allo strumento, come quella di un vero teatro, bisogna ancora lavorare tanto con la collaborazione e la partecipazione di tutti.

 

 

Supporters

Supporters - AssoLipadusa

CORSI DI FORMAZIONE MUSICALE

CORSI DI FORMAZIONE MUSICALE - AssoLipadusa

NATIVITY 2013

NATIVITY 2013 - AssoLipadusa

Progetto Nativity 2013 il Presepe vivente di Lampedusa